Rapporto Legambiente: Italia al terzo posto per emissioni di CO₂ | Edilone.it

Rapporto Legambiente: Italia al terzo posto per emissioni di CO₂

wpid-4180_co.jpg
image_pdf

Dall’annuale rapporto di Legambiente “Ambiente Italia 2010” emerge un Paese “spezzato” in due dalla crisi in cui il divario tra nord e sud è sempre più accentuato: soprattutto per quanto riguarda  la mobilità, la legalità, e i rifiuti.

Ma non solo, per quanto riguarda le emissioni di gas serra, in Italia la produzione di CO2 risulta pari a “550 milioni di tonnellate” quantità che piazzano il nostro Paese al terzo posto in Europa, infatti, la crescita delle emissioni lorde italiane è stata del 7,1%, soprattutto a causa dell’aumento dei consumi per trasporti (più 24%), della produzione di energia elettrica (più 14%) e della produzione di riscaldamento per usi civili (più 5%). Mentre le emissioni nette sono cresciute del 5%”.

A proposito di energia, per le regioni del nord c’è l’idroelettrico mentre al Sud bisogna “spingere l’eolico e il solare fotovoltaico, biomasse e geotermia”. Per quanto riguarda la mobilità, “l’Italia è il Paese con la più elevata quantità pro-capite di mobilità motorizzata: i mezzi privati nel trasporto terrestre coprono circa l’82% della domanda”, con “le merci che continuano a viaggiare prevalentemente su strada (quasi 72% nel 2008), poco in nave (18,3%) e pochissimo su ferrovia (9,8%) “.

In tema di rifiuti, “la raccolta differenziata vola in Trentino Alto Adige (53,4%), Veneto (51,4%), Piemonte (44,8%) e Lombardia (44,5%) e langue spaventosamente al sud, in particolare in Molise (4,8%) e Sicilia (6,1%) “. L’illegalità ambientale, pur essendo diffusa in tutto il Paese, continua a caratterizzare pesantemente le quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa: Campania, Calabria, Sicilia e Puglia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rapporto Legambiente: Italia al terzo posto per emissioni di CO₂ Edilone.it