Più asfalto, più pericoli per gli eco-sistemi | Edilone.it

Più asfalto, più pericoli per gli eco-sistemi

wpid-8954_resizer.jpg
image_pdf

Tra il 1990 e il 2000 nell’Ue sono stati cementificati almeno 275 ettari di terreno al giorno, per un equivalente di mille km2 all’anno, asfalto e cemento stanno coprendo così velocemente la superficie terrestre che di questo passo rischia di compromettere la disponibilità di terreni fertili e riserve idriche per le generazioni future. Tra il 2000 e il 2006 invece l’aumento medio di aree trasformate è stato pari al 3 per cento, con picchi del 14 per cento in Irlanda e Cipro e del 15 per cento in Spagna.

Tra le aree europee più colpite ci sono la metà delle regioni olandesi, otto province italiane (Vercelli, Lodi, Verona, Piacenza, Parma, Campobasso, Matera, Catanzaro), tre dipartimenti francesi (Vendée, Tarn-et-Garonne, Corrèze) la regione di Poznan in Polonia, la Stiria occidentale in Austria, la regione di Põhja-Eesti in Estonia e la regione di Jugovzhodna in Slovenia.

A lanciare l’allarme-cementificazione è stato il commissario europeo all’ambiente Janez Potocnik. “Il suolo è una risorsa indispensabile per diversi servizi ecosistemici da cui dipendono tutte le forme di vita sul nostro pianeta – ha sottolineato Janez Potocnik -. Non possiamo permetterci di continuare a sacrificarne vaste porzioni a vantaggio della cementificazione. Nessuno ci chiede di frenare lo sviluppo economico o l’ottimizzazione delle nostre infrastrutture, ma abbiamo bisogno di un approccio più sostenibile in materia”.

Per questo motivo la Commissione Europea ha pubblicato un studio nel quale sono raccomandate tre diverse strade da seguire: limitare l’espansione dell’impermeabilizzazione del suolo; attenuarne gli effetti (ad esempio con superfici permeabili e la costruzione di tetti verdi); compensare perdite sostanziali intervenendo in altre aree.

All’inizio del 2012 lo studio dell’Unione Europea confluirà in un documento tecnico della Commissione sull’impermeabilizzazione del suolo, in fase di realizzazione con il supporto di esperti nazionali. Il documento offrirà orientamenti alle autorità nazionali, regionali e locali in materia di migliori pratiche nell’arginamento del fenomeno dell’impermeabilizzazione e nel ridimensionamento dei suoi effetti.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Più asfalto, più pericoli per gli eco-sistemi Edilone.it