Nuovo regolamento edilizio per Bari | Edilone.it

Nuovo regolamento edilizio per Bari

wpid-12223_bari.jpg
image_pdf

Razionalizzazione dei consumi energetici per gli edifici, obbligo di miglioramento dell’isolamento termico, coerenza architettonica e decoro urbano: sono le direttive principali del nuovo regolamento edilizio approvato nei giorni scorsi dalla Giunta municipale del Comune di Bari. È un piano storico per il capoluogo pugliese, che introduce i nuovi principi di sostenibilità ambientale, sostituendosi al documento precedente, in vigore dal 1936.

Oltre ai parametri energetici, il nuovo regolamento introduce vincoli al rispetto delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza, definisce le tecnologie impiantistiche per antenne e condizionatori posti all’esterno dei fabbricati, e elenca una serie di misure utili generali per la tutela dell’ambiente. Per isolare meglio termicamente gli edifici, si potrà ricorrere a tecniche di architettura solare passiva, prevedere fonti energetiche rinnovabili e tecnologie solari attive, con la possibilità di integrare sistemi di raccolta delle acque, depurazione e riutilizzo delle acque meteoriche. Viene inoltre introdotto l’obbligo a procedere a una progettazione integrata degli aspetti architettonici ed impiantistici, in modo da realizzare finalmente organismi edilizi che rispondano ai criteri di sostenibilità ambientale ed energetica.

Per il Comune, come spiega l’Assessore all’Urbanistica, si tratta di “uno strumento concreto di attuazione della politica urbanistica ed ambientale (…) già contenuti ed espletati nel Documento Programmatico per il nuovo Pug, nel Piano di Azione sull’Energia sostenibile, nel Piano Strategico e nel Piano Paesaggistico”. Una serie di misure che rappresentano per uno dei più significativi passi verso “la trasformazione della città di Bari in una smart city”.

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuovo regolamento edilizio per Bari Edilone.it