Nel nord Milano sostenibilità possibile per produzione industriale e commercio | Edilone.it

Nel nord Milano sostenibilità possibile per produzione industriale e commercio

wpid-environment.jpg
image_pdf

Progettare interventi che riducano al minimo l’impatto sull’ambiente e incrementino la competitività delle imprese e delle attività commerciali nel mercato. Il tutto grazie ad una migliore organizzazione delle risorse e all’ottimizzazione della gestione del lavoro. Sono questi alcuni dei più interessanti effetti che si possono ottenere quando le imprese, la grande distribuzione organizzata (GDO) e gli enti pubblici collaborano insieme per studiare nuove possibilità che favoriscano attività lavorative sostenibili sul territorio. Ed è questo ciò che è stato sperimentato a Sesto San Giovanni grazie all’Agenda 21 comunale e al programma SENOMI, che applica al Nord Milano la certificazione ambientale EMAS 2. Questa certificazione è uno strumento innovativo che incentiva nelle imprese una riorganizzazione funzionale alla migliore gestione delle risorse, a scelte più consapevoli in tema di risparmio energetico, alla riduzione dell’inquinamento.
L’esperienza sestese è stata presentata ieri al convegno Produzione e commercio. Strategie e strumenti per la sostenibilità nell’esperienza del Nord Milano, organizzato presso l’Auditorium della Banca di Credito Cooperativo di Sesto San Giovanni da Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo. L’evento mette in evidenza soprattutto due aspetti: da una parte il vantaggio concreto ottenuto, in termini di risparmio, di sostenibilità nonché di “immagine” per quelle aziende che hanno aderito alle direttive previste dal programma SENOMI; dall’altra la disponibilità di due realtà della grande distribuzione presenti sul territorio, Coop Lombardia e Superdì, a partecipare all’elaborazione delle linee guida per migliorare l’impatto ambientale della grande distribuzione organizzata.
Queste ultime sono evidenziate nella pubblicazione, da oggi disponibile per gli interessati, Linee guida per la gestione ambientale e responsabile di strutture commerciali di media e grande dimensione, realizzata dal Comune di Sesto San Giovanni in collaborazione con Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo e Ambiente Italia.
http://www.milanomet.it/documenti/agenda/il%20piano%20di%20azione/documento.pdf
In particolare le indicazioni frutto del progetto Agenda 21 GDO si concentrano su alcuni punti chiave: ottimizzare l’utilizzo di un’area anche in relazione agli orari di apertura e di chiusura delle attività e ai Piani Tempi e Orari comunali; garantire le pari opportunità per la fruizione del luogo e migliorare la qualità ambientale degli spazi pubblici; migliorare l’efficienza energetica degli edifici e degli impianti, produrre energia da fonti rinnovabili e da impianti di cogenerazione; promuovere forme alternative all’utilizzo prevalente dell’auto privata negli spostamenti dei dipendenti e dei clienti; ridurre la produzione di rifiuti (soprattutto gli imballaggi) e promuoverne la raccolta; incrementare la vendita e il consumo di prodotti sostenibili.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nel nord Milano sostenibilità possibile per produzione industriale e commercio Edilone.it