La certificazione ambientale fa risparmiare | Edilone.it

La certificazione ambientale fa risparmiare

wpid-9711_sostenibilitaambientaleconcorsoaccadedomani.jpg
image_pdf

Cesqa (Centro Studi Qualità Ambiente) dell’Università degli Studi di Padova e Accredia (l’Ente italiano di accreditamento) hanno condotto un’indagine riguardante la certificazione ambientale. La conclusione alla quale si è giunti è che “enti e imprese sono ormai consapevoli dei benefici della ISO 14001 e possono quantificarli“. Quelli rilevati non sono soltanto miglioramenti ambientali ed organizzativi ma anche benefici economici.

A puntare da più tempo sulla UNI ISO 14001 sono il 16% degli enti pubblici e l’84% delle aziende private, di cui l’84% Pmi e il 16% grandi imprese. L’indagine, avviata nel settembre scorso, ha interessato un campione corrispondente al 48,25% delle organizzazioni certificate, con una partecipazione del 250% in più rispetto al 2008. Dal 2006 ad oggi si è passati da circa 8mila a quasi 16mila siti certificati.

Tra i vantaggi “più significativi” infatti ci sono la riduzione dei costi energetici e dei costi relativi alla produzione dei rifiuti (57%), ancor più della riduzione dei costi per l’acquisto di materie prime (poco o non importante per l’80% delle organizzazioni) o dei vantaggi assicurativi, della riduzione degli scarti di produzione o dell’aumento del fatturato (non importanti per oltre il 50% dei rispondenti).

Più del 9% dichiara di aver avuto vantaggi superiori ai 100 mila euro limitatamente all’aumento del fatturato, mentre il 10% registra benefici superiori ai 50 mila euro per l’ottenimento di finanziamenti. Il 15% delle organizzazioni dichiara di aver ottenuto un risparmio superiore ai 20 mila euro sui costi energetici (oltre il 4% li registra superiori ai 100 mila euro).
Come dire, puntando sull’ambiente ci guadagnano tutti.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
La certificazione ambientale fa risparmiare Edilone.it