Italia soffocata dallo smog | Edilone.it

Italia soffocata dallo smog

wpid-PaesaggioToscano.jpg
image_pdf

Sono inquinamento atmosferico e acustico, consumi energetici e rifiuti le note dolenti dell’Italia, mentre si salvano ancora acqua e foreste. Continuano ad essere superati i limiti stabiliti per le polveri sottili (Pm10) ed è il Nord Italia a respirare peggio: nel 2006 risultavano fuorilegge già a febbraio Milano, Torino,Venezia e Bologna; a marzo Roma; a giugno Genova e Firenze; a ottobre Bari. Il trasporto è la prima sorgente di inquinamento di Pm10 con un contributo complessivo del 43% sul totale, dove il 27% arriva da quello su strada. Questa la fotografia scattata dall’Annuario Apat 2007 presentato oggi a Roma. Nel mirino il trasporto su gomma, per il quale gli italiani detengono il record europeo di 43 milioni di veicoli (compresi motocicli e vetture commerciali), circa 0,74 per abitante. Dal 1990 al 2005 cresce poi il trasporto merci di oltre il 30%, dove quello su strada costituisce circa il 70% del totale. C’è poi l’inquinamento acustico, per cui i cittadini segnalano disagi per attività commerciali e di servizio. Crescono i consumi di energia nazionali e la regione piu’ ”energivorà’ è la Lombardia. Sale inoltre la produzione di rifiuti e non decolla la raccolta differenziata. Diversa, invece, la situazione ecologica di fiumi, che rientrano nelle classi ”ottima e buonà’ e di laghi, che si guadagnano un giudizio compreso tra ”sufficiente e ottimo”. Crescono i boschi, anche se questo trend ha subito un duro colpo dai 7.000 incendi nei primi otto mesi del 2007.

Ecco una panoramica dei principali dati:

INQUINAMENTO: sul fronte delle polveri sottili (Pm10), nel 2006, sei stazioni di monitoraggio su sei (61%) hanno superato il valore limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo, che non andrebbe oltrepassato piu’ di 35 volte l’anno. Per l’ ozono, durante il periodo estivo 2007, sono stati registrati superamenti dell’obiettivo a lungo termine nel 93% delle stazioni. A livello di inquinamento elettromagnetico, tra il 2003 e il 2006 incremento dei superamenti dei limiti sia negli impianti radiotelevisivi (RTV) sia nelle stazioni radiobase (SRB), rispettivamente pari al 25% e 50%. Per l’inquinamento acustico, sulla base di esposti presentati dai cittadini, le piu’ rumorose sono attività commerciali e di servizio (38%), le attività produttive (26%), i cantieri (11%) e le infrastrutture stradali (10%);

TRASPORTI: nel 2006, rispetto al 1990, aumenta del 29% il trasporto stradale privato che arriva a costituire l’ 81,2% della domanda di trasporto passeggeri (di cui solo le autovetture il 75,3%). Dal 1990 al 2005 cresce il trasporto merci di oltre il 30%, di cui quello su strada costituisce circa il 70% del totale; via mare segna il 16,1%, rotaia il 9,9%, 0,4% l’aereo. Cresce del 58% circa il traffico veicolare su autostrade, tra il 1990 e il 2004;

RIFIUTI: la produzione dal 1997 al 2004 cresce del 60% e passa da 87,5 milioni di tonnellate a poco meno di 140 milioni . Aumentano del 5,5% i rifiuti urbani tra 2003 e 2005, con circa 31,7 milioni di tonnellate. Nel 2005 il Centro produce circa 633 kg per abitante, seguito dal Nord con 533 kg per abitante e poi dal Sud, con 496 kg per abitante;

ENERGIA: gli impieghi finali di energia elettrica sono cresciuti del 43,2% tra il 1990 e il 2006 (dato provvisorio); scendono i consumi nell’industria, dal 51,7% al 46% nel 2005, mentre salgono quelli dei settori residenziale, servizi e agricoltura, dal 45,2% al 50,7%;

BIODIVERSITA’: boschi minacciati dagli incendi: da gennaio 2007 ad oggi sono stati oltre 7.000 gli incendi nelle foreste, per 110mila ettari di territorio di cui 54.000 boscati. L’Italia protetta: il 14,5% del territorio ospita Zone di protezione speciale (Zps); il 15% Siti di importanza comunitaria (Sic); il 9,7% aree terrestri, mentre il 30% delle acque costiere nazionali è riserva marina;

CLIMA: incremento di 1,54 gradi dal 1981 al 2006 e nel corso degli ultimi 46 anni, di circa 0,94 gradi.

Dal 1981 al 2006 + 21 notti tropicali rispetto allo stesso periodo, con temperatura minima uguale o sopra 20 gradi.

Copyright © - Riproduzione riservata
Italia soffocata dallo smog Edilone.it