In Italia diminuiscono i consumi di petrolio e le emissioni di CO2 | Edilone.it

In Italia diminuiscono i consumi di petrolio e le emissioni di CO2

wpid-5390_ebaecnormal.jpg
image_pdf

L’Italia si rivela un Paese virtuoso. Sul fronte dell’efficienza energetica, negli ultimi 5 anni, il sistema-paese ha ottenuto risultati particolarmente positivi per i consumatori e per l’ambiente, riuscendo ad evitare il consumo di circa 6,7 milioni di Tep (tonnellate equivalenti petrolio) e l’emissione di circa 18 milioni di tonnellate di anidride carbonica (CO2). Questi valori, superiori agli obiettivi nazionali per il quinquennio 2005-2009, equivalgono alla produzione annua di una nuova centrale elettrica da oltre 750 MW od ai consumi annui di una città di quasi 1,8 milioni di abitanti.

A renderlo noto è l’Autorità per l’energia, Aeeg, che ha approvato, con la delibera EEN 12/10, un’ultima tranche di 215 milioni di euro di finanziamenti per la promozione dell’efficienza energetica, attraverso il meccanismo dei certificati bianchi. Gli incentivi erogati dall’avvio del meccanismo (gennaio 2005) ad oggi, raggiungono il totale di 531 milioni di euro che si sono tradotti in benefici da 5 a 10 volte superiori ai costi.

L’impegno a favore di un utilizzo sempre più efficiente dell’energia, attraverso il meccanismo dei certificati bianchi – ha sottolineato il Presidente dell’Autorità Alessandro Ortis – si sta dunque dimostrando particolarmente conveniente, migliore di ogni altra iniziativa attuata per contribuire a ridurre la nostra dipendenza dalle importazioni ed a contenere le emissioni di CO2.

Va pure ricordato che ogni decisione pro risparmio energetico, anche per le nostre case, ha il vantaggio di dare ritorni immediati, riducendo subito la bolletta individuale”. Ad esempio, una famiglia che investe in tecnologie efficienti può ottenere i seguenti vantaggi economici, valutati secondo ipotesi conservative:

67 €/anno di risparmio per la sostituzione di scaldacqua elettrico con scaldacqua a metano;

104 €/anno di risparmio per l’installazione di caldaia a 4 stelle di efficienza alimentata a gas;

tra 109 e 149 €/anno di risparmio per l’installazione di 5 mq di collettori solari per la produzione di acqua calda (in località con temperature medie);

tra 83 e 272 €/anno di risparmio per l’installazione di pompe di calore elettriche ad aria esterna in luogo di caldaie in abitazioni localizzate in una zona climatica con temperature medie.

Considerata l’importanza degli obiettivi di efficienza energetica, l’Autorità, assieme alle ultime erogazioni di incentivi per i 67 operatori elencati nella delibera già citata, ha avviato anche (delibere VIS 82/10 e VIS 84/10) procedimenti sanzionatori nei riguardi di tre operatori per non ottemperanza ad adempimenti richiesti dal meccanismo dei certificati bianchi.

Copyright © - Riproduzione riservata
In Italia diminuiscono i consumi di petrolio e le emissioni di CO2 Edilone.it