Il treno verde 2007 in viaggio tra lo smog | Edilone.it

Il treno verde 2007 in viaggio tra lo smog

wpid-trenoverdelegambientefs.jpg
image_pdf

Con partenza dalla città di Firenze, lo scorso 22 febbraio ha preso il via il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato, che attraverserà l’Italia mettendo sotto la lente di ingrandimento i livelli di smog e di decibel in 7 capoluoghi di regione: Firenze, Bologna, Milano, Genova, Napoli, Bari e Roma. Realizzata con il contributo di Sorgenia, questa 18° edizione di Treno viaggerà dal 22 febbraio per più di 30 giorni effettuando rilevamenti su 35 strade, con circa 1400 ore di monitoraggio per il benzene e oltre 500 per i principali inquinanti atmosferici e per i decibel. Il convoglio effettuerà il controllo della qualità dell’aria e del livello di inquinamento acustico grazie ai rilevamenti del laboratorio mobile dell’Istituto sperimentale di RFI, la società dell’infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello Stato.

Tutti i cittadini interessati ai temi della vivibilità urbana (ivi compresi gli amministratori locali) potranno visitare le mostre interattive allestite nelle carrozze del treno. La prima carrozza è dedicata alla mobilità sostenibile, mentre la seconda, intitolata “Pensare globalmente”, alle nuove fonti di energia rinnovabile, con un percorso che attraverso modellini interattivi che spiegano l’effetto serra e i mutamenti climatici, conduce alla terza carrozza, “Agire localmente”, a bordo della quale è stata riprodotta la perfetta casa ecologica. Qui si potranno scoprire le novità che aiutano cittadini e comuni a contribuire alla tutela dell’ecosistema terra e a risparmiare su energia e bollette. Nelle edizioni precedenti il treno verde ha visitato oltre 250 città, effettuato 80mila analisi, ricevuto 1 milione di visitatori, accolto 20 mila classi scolastiche e centinaia di dibattiti e conferenze.

L’iniziativa implica il positivo contributo apportato dagli spostamenti in treno alle problematiche della mobilità sostenibile. Il treno – ha detto il ministro dell’ Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, in occasione dell’inaugurazione – e’ sempre un’alternativa: noi siamo per lo spostamento delle merci su ferro ma anche per avere più treni per i pendolari”.
Secondo le dichiarazioni di spiegano Legambiente e Ferrovie dello Stato, la ferrovia, rispetto alla strada, consente un risparmio di energia, un minore impatto ambientale e minore consumo del territorio: un quinto in confronto alle autostrade, a parità di capacità di trasporto. Anche le emissioni di anidride carbonica sarebbero inferiori a quelle dell’aereo e dell’auto, rispettivamente di 4,2 e di 3 volte. Il trasporto combinato (treno + auto) delle merci inoltre, comporta emissioni e consumi quattro volte minori rispetto a quello su gomma.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il treno verde 2007 in viaggio tra lo smog Edilone.it