Crisi dell'edilizia in Sicilia, domani Filca-Cisl in piazza | Edilone.it

Crisi dell’edilizia in Sicilia, domani Filca-Cisl in piazza

wpid-15009_edili.jpg
image_pdf

Centinaia di lavoratori di tutte le province siciliane parteciperanno alla manifestazione di protesta organizzata da Filca Cisl Sicilia, insieme alla Cisl Sicilia, che si svolgerà venerdì 19 aprile, a partire dalle 9.30, davanti la sede della Presidenza della Regione siciliana, a Palazzo d’Orleans.

L’allarme lanciato dalla Filca Cisl Sicilia parte dalla fotografia di una situazione emergenziale in un settore che da sempre è stato trainante nell’economia siciliana. Secondo i dati delle casse edili, i lavoratori occupati sono passati da 108.000 del 2008 a 57.000 del 2012, sono stati persi in 4 anni 51.000 posti di lavoro, circa 20 Fiat di Termini Imerese.

Le imprese iscritte sono passate da 17.512 a 11.044 e sono 6.468 quelle hanno chiuso le attività o sono fallite,; il monte salari dichiarato è passato da 564.644.118,82 euro a 349.547.600,27 euro, le gare d’appalto bandite sono diminuite a livello economico e nel numero, nello stesso periodo, del 40%.

Si registrano gesti estremi di suicidi di edili, disperati per la mancanza di lavoro. Si continua a morire sul luogo di lavoro per il mancato rispetto delle norme di sicurezza e per l’inefficacia dei controlli da parte degli organi competenti. Con la mobilitazione di venerdì 19 aprile la Filca Cisl Sicilia vuole far capire al Governo regionale, alle istituzioni locali e a tutta la classe politica siciliana che al centro del dibattito e dell’impegno ci deve essere il lavoro produttivo. Si riparta dall’edilizia per costruire il futuro della Sicilia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Crisi dell’edilizia in Sicilia, domani Filca-Cisl in piazza Edilone.it