Alla ricerca dei fondamentali della sicurezza della strada: governance delle dotazioni di sicurezza nella dimensione global, local, glocal | Edilone.it

Alla ricerca dei fondamentali della sicurezza della strada: governance delle dotazioni di sicurezza nella dimensione global, local, glocal

wpid-loghi01.jpg
image_pdf

Conferenza-tavola rotonda organizzata da AISES e IRF in collaborazione con Volkmann&Rossbach Italia in occasione del Salone Internazionale della Sicurezza Stradale di Riva del Garda (giovedì, 18 maggio 2006, ore 17 – Sala A – Palafiere di Riva del Garda).

Un titolo importante per un tema importante, uno zoom sul panorama della rete strade italiana in rapporto a quella europea, ma anche indagata nel localismo profondo dei piccoli comuni.
Organizzata da AISES (Associazione Italiana per la segnaletica e la sicurezza) e IRF (International Road Federation), con la collaborazione di Volkmann&Rossbach Italia, azienda operante nel settore delle barriere stradali, fortemente impegnata anch’essa sui temi della sicurezza, l’incontro intende mettere a fuoco le problematiche legate alla normativa in materia di sicurezza delle strade sia a livello italiano che internazionale.
Al momento non esiste infatti un organo di governance e le competenze relative alla sicurezza stradale all’interno del Ministero delle Infrastrutture sono disperse fra più dipartimenti e direzioni generali, per singole competenze e non “a corpo”.
Durante la passata legislatura c’è stato un susseguirsi di iniziative volte a costituire un organo di governance per la sicurezza delle strade, ma con scarsi risultati.
All’assenza di governance fa da controcanto l’assenza di “fondamentali della sicurezza delle strade”, fondamentali che ogni attività complessa elabora attingendo dalla prassi e dal proprio stato dell’arte.
La conferenza intende cimentarsi proprio sull’altra faccia del problema: i fondamentali, appunto, della sicurezza della rete viaria italiana e internazionale.

Aprirà i lavori Gabriella Gherardi – Presidente AISES – affrontando la tematica della governance della sicurezza delle strade al cospetto dei “fondamentali”, individuabili in:
primo fondamentale: messa norma e manutenzione programmata delle strade, con una particolare attenzione alle dotazioni di sicurezza che ne costituiscono il punto sensibile;
secondo fondamentale: la patrimonializzazione delle strade che, ancorché bene demaniale, anzi, proprio per questo, abbisogna di essere valutata, sia con riferimento al suo valore costruttivo che di uso. In questa visione la gestione in sicurezza della strada ne costituisce il necessario mantenimento di valore se non il suo accrescimento;
terzo fondamentale; il sistema di norme primarie e secondarie che regolano la sicurezza dell’incrocio strada/mobilità;
– quarto fondamentale: il sistema dei controlli e delle sanzioni nei confronti degli enti o imprese, proprietari o concessionari di strade.
Governance e fondamentali, che integrano una visione global-local, sono due richiami che non possono più essere elusi né dal legislatore, né dal potere esecutivo né dai gestori delle strade.
Questi assunti verranno di seguito declinati sulla dimensione globale, con l’intervento del Direttore Generale dell’”International Road Federation” Tony Pierce; in ambito locale grazie al contributo di Alfredo Peri – Presidente Federmobilità; su scala nazionale con l’intervento di Gabriele Camomilla, esperto in manutenzioni stradali e terotecnologia; poi sarà la volta di Nicola Massara, Amministratore Delegato Volkmann&Rossbach Italia, che affronterà la tematica dell’applicazione degli standard internazionali in contesti locali.
Chiuderà l’Onorevole Dario Franceschini, Presidente del gruppo Ulivo alla Camera, che illustrerà gli intendimenti della nuova legislatura in materia di sicurezza delle strade.

Copyright © - Riproduzione riservata
Alla ricerca dei fondamentali della sicurezza della strada: governance delle dotazioni di sicurezza nella dimensione global, local, glocal Edilone.it