Al via a Treviso il 51° Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri d'Italia | Edilone.it

Al via a Treviso il 51° Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri d’Italia

wpid-CNITreviso2.jpg
image_pdf

Inizia oggi formalmente a Treviso il 51° Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri d’Italia con l’Assemblea dei presidenti del pomeriggio che sarà tenuta presso la Sala Verde di Palazzo Rinaldi.
La vera apertura dei lavori avverrà invece domani a partire dalle ore 9,00 presso il Teatro Comunale di Treviso dopo i saluti delle autorità e la relazione del Presidente del C.N.I., Ferdinando Luminoso.

Quest’anno il congresso, al di là dei temi trattati, si presenta davvero ‘caldo’ per via di numerosi fattori fra cui spiccano la recente sentenza del TAR Lazio che ha parzialmente accolto il ricorso teso a dichiarare illegittime le elezioni del Consiglio dell’Ordine di Roma mettendo in dubbio le stesse elezioni del C.N.I. (clicca qui per leggere il testo della sentenza del 2006 num. 07203 sul sito del tar del lazio ), l’emanazione del Decreto Bersani che ha annullato l’obbligatorietà dei minimi tariffari e reso ammissibile la pubblicità per i professionisti così come la costituzione di società interprofessionali ed infine la riforma degli Ordini ormai imminenti.
Il tema del congresso comunque sarà “Ingegno creativo, innovazione e concorrenza” è verrà sviluppato nell’ambito delle tre giornate successive per concludersi il giorno 8 settembre con una mozione che di norma è stata unitaria.

Durante i lavori sono previsti ampi spazi per un programma sociale rivolto sia agli accompagnatori che agli iscritti al congresso nelle ore in cui quest’ultimi non sono impegnati e come sempre la conclusione del Torneo Nazionale di Calcio degli Ordini degli Ingegneri d’Italia (quest’anno è il XV°).

Anche in campo sportivo quest’anno c’è una novità, ovvero il 1° Trofeo C.N.I. – A.N.I.A.C. di Ciclismo.

Sempre nell’ambito del programma sociale il 6 settembre alle 16,30 si inaugura la Mostra monografica Carlo Pradella Ingegnere presso il Museo di Santa Caterina. Carlo Pradella dal 1937 al 1942 ha curato la progettazione delle opere strutturali e ha diretto i lavori del restauro della sede centrale del palazzo del Bo. L’iniziativa è stata promossa dal prof. Enzo Siviero, Direttore del Dipartimento costruzioni dell’architettura dell’Università I.U.A.V. di Venezia e dall’arch. Giorgio Pradella che hanno curato la pubblicazione Carlo Pradella ingegnere che verrà presentata all’inaugurazione della mostra.br />
Per visionare il Programma dei lavori del Congresso, scarica il PDF (1,04 Mb)

Copyright © - Riproduzione riservata
Al via a Treviso il 51° Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri d’Italia Edilone.it