Acqua gassata e refrigerata: 354 punti in Italia | Edilone.it

Acqua gassata e refrigerata: 354 punti in Italia

wpid-9624_chioschi.jpg
image_pdf

Acqua potabile, in forma refrigerata e gassata e ”a chilometro zero”. E’ questa la scelta che si sta diffondendo sempre di più in Italia, dove Federutility, la federazione che raggruppa le società di pubblica utilità per la gestione dei servizi idrici, ha contato 354 fontanelli o chioschi d’acqua.
A guidare la classifica è la Lombardia con 195 chioschi d’acqua, seguita dal Piemonte con 59, dall’Emilia Romagna con 58 e dalla Toscana con 28. Fenomeno meno diffuso nelle regioni del Sud.

I chioschi dell’acqua, sottolinea Federutility, sono strutture moderne, tecnologicamente avanzate, dotate di sistemi di affinazione organolettica, in grado di dare una sorta di valore aggiunto all’acqua distribuita tramite la rete di acquedotto. Si caratterizzano anche come spazi di aggregazione sociale, strumento di dialogo tra le amministrazioni locali e i propri cittadini.

Strutture inoltre che si prestano poi con facilità ad allargare la gamma dei servizi messi a disposizione dell’utenza, come la diffusione di informazioni di carattere civico generale, la distribuzione di latte fresco, eco-detersivi, sacchetti biodegradabili per la raccolta differenziata e bottiglie in vetro, realizzando così interessanti sinergie di servizio.

Abbattere i consumi, ridurre l’uso delle bottiglie di plastica, trovare una soluzione alla produzione di rifiuti e dell’inquinamento. Infatti la produzione di un Kg di Pet, necessario per 25 bottiglie di plastica da 1,5 litri, rilascia nell’atmosfera 40 g di idrocarburi, 25 g di ossidi di zolfo, 20 g di ossidi di azoto, 18 g di monossido di carbonio, 2,3 kg di anidride carbonica. Ipotizzando, a titolo esemplificativo, il prelievo annuo di 300.000 litri da un chiosco, si ottengono i seguenti risultati in termini di minore/mancato impatto: 200.000 bottiglie Pet 1,5 litri in meno prodotte, pari a 8.000 kg di Pet in meno (circa 40 g a bottiglia) da avviare a recupero o smaltimento, 1.380 kg di CO2 risparmiati per la produzione del Pet, 7.800 kg CO2 in meno per il trasporto delle bottiglie (stimando una media di 350 km per il trasporto).

Una piccola vittoria della famosa “acqua del sindaco”, che inquina meno e che poco alla volta sta aumentando anche da un punto di vista qualitativo.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Acqua gassata e refrigerata: 354 punti in Italia Edilone.it