2007, Anno europeo pari opportunità per tutti | Edilone.it

2007, Anno europeo pari opportunità per tutti

wpid-logo_eyeo_2_en.jpg
image_pdf

Al via gli eventi del 2007 quale ‘Anno europeo delle pari opportunità per tutti’ proclamato dalla Ue. L’inaugurazione ufficiale il 30 gennaio a Berlino, nel corso del primo Vertice sulla parità. Lo dichiara lo stesso sito web, nel quale sono altresì comunicati scopi, iniziative ed obiettivi dello stesso.

Lo scopo è quello di rendere tutti consapevoli dei vantaggi di una società basata sulla giustizia e sulla solidarietà, con la mobilitazione di tutti quelli interessati, così da trasformare in realtà il quadro strategico europeo sulla non-discriminazione e sulle pari opportunità, e non solo quest’anno. Nel 2007 è in previsione la creazione di un istituto europeo sull’uguaglianza di genere, con sede a Vilnius.

Dai risultati di un’indagine dell’UE sulla lotta contro la discriminazione, emerge l’esistenza di norme contro la discriminazione (fondata sul sesso, la razza o l’origine etnica, l’età, l’orientamento sessuale, gli handicap, la religione o le convinzioni personali) ancora poco nota nell’UE (solo un terzo dei cittadini dichiara di conoscere i propri diritti in caso di discriminazioni o molestie). Per questa ragione gli obiettivi principali dell’Anno europeo consisteranno nell’informare i cittadini del loro diritto alla non discriminazione e alla parità di trattamento, nel promuovere le pari opportunità per tutti e nell’evidenziare i vantaggi della diversità. Per raggiungere i cittadini, la campagna sarà notevolmente decentralizzata e centinaia di attività saranno organizzate a livello comunale, regionale e nazionale.

Le imprese, pubbliche e private, che compiono sforzi concreti per combattere la discriminazione, saranno destinatarie di attività che comprenderanno diversi progetti, tra cui premi per la diversità nella vita lavorativa. Anche nelle scuole saranno attivati concorsi che prevedono composizioni sui temi del rispetto e della tolleranza. Le manifestazioni coinvolgeranno le persone e le organizzazioni maggiormente interessate al successo dell’anno: sindacati, datori di lavoro, ONG, associazioni di giovani, organizzazioni che rappresentano le persone vittime di disuguaglianze così come autorità locali e regionali.

Le attività proseguiranno anche dopo il 2007 ed il nuovo sito web dell’Anno europeo costituirà un importante mezzo di comunicazione per tutto l’Anno, potrà fornire informazioni aggiornate sulle iniziative cui possono partecipare i cittadini, fungere da fonte d’ispirazione per molteplici attività e promuovere la formazione di reti.

Per garantire l’efficacia a lungo termine dell’Anno europeo il nuovo programma dell’UE per l’occupazione e la solidarietà, intitolato Progress – per il finanziamento delle attività del periodo 2007-2013 – riprenderà le idee migliori sviluppate durante l’Anno: nuovi approcci, nuove idee e soluzioni introdotte durante l’Anno europeo capaci di rafforzare l’impegno dell’UE nel campo della parità e della non discriminazione.
Il programma Progress finanzia i seguenti tipi di azioni:
– attività di analisi;
– attività di apprendimento reciproco, di sensibilizzazione e di diffusione;
– aiuto ai principali operatori; vale a dire, un contributo alle spese di funzionamento delle principali reti dell’Unione, la costituzione di gruppi di lavoro, il finanziamento di seminari di formazione, la creazione di reti di organismi specializzati e di osservatori a livello dell’Unione, lo scambio di personale fra amministrazioni nazionali e la cooperazione con le istituzioni internazionali.

Per altre informazioni ed aggiornamenti, consultare il sito ufficiale:
http://ec.europa.eu/employment_social/eyeq/index.cfm?cat_id=SPLASH
o, per il programma Progress
http://europa.eu/scadplus/leg/it/cha/c11332.htm

Copyright © - Riproduzione riservata
2007, Anno europeo pari opportunità per tutti Edilone.it