Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Legambiente: il 62,5% dei laghi italiani e' fuori norma

Legambiente: il 62,5% dei laghi italiani e' fuori norma

Si e' conclusa la 7a edizione della campagna Goletta dei Laghi per il monitoraggio dello stato di salute delle acque lacustri

Di
Pubblicato sul Canale ambiente il 14 agosto 2012

Un viaggio durato oltre un mese, lungo tutta la Penisola, dai confini con la Svizzera fino in Sicilia: 17 i laghi coinvolti nella campagna, in 11 regioni della Penisola. Per il primo anno, infatti, Goletta dei Laghi, la campagna di monitoraggio e valorizzazione dei maggiori bacini lacustri promossa da Legambiente, ha raggiunto anche le regioni del Centro e del Sud toccando, per la prima volta, Toscana, Marche, Sicilia e Calabria e dopo anni l’Abruzzo.

A ridosso della scadenza europea direttiva 2000/60 per il raggiungimento del buono stato dei corsi d’acqua, fissata al 2015, solo il 37% delle acque lacustri a livello nazionale ha raggiunto oggi la classe di buona qualità. Dei 64 punti monitorati nei laghi del Centro Nord, il 62,5% è risultato inquinato o fortemente inquinato.

Maglia nera, anche quest’anno, ai grandi laghi del nord su cui si riscontra la falla più grande nel sistema di depurazione. Sono 36, infatti, i punti risultati fuori legge, risultati inquinati o fortemente inquinati. Sul lago d’Iseo sono stati campionati 7 punti, di cui 6 risultati inquinati. Cinque di questi hanno rilevato la presenza di batteri fecali ben oltre il doppio del limite consentito dalla legge, classificandosi fortemente inquinati.

Sul lago di Como, dei 13 punti campionati, 10 sono risultati critici con 8 punti fortemente inquinati. Sul lago Maggiore sono stati 6 i punti campionati, di cui 5 sono risultati fortemente inquinati. Sul lago di Varese i tecnici di Legambiente hanno effettuato due campionamenti risultati ambedue fortemente inquinati. Sul lago di Lugano, i tre punti campionati dai tecnici hanno rilevato due punti fortemente inquinati e uno inquinato. Sul lago di Garda sono stati prelevati 14 campioni di cui 8 sono risultati critici; di questi cinque punti sono risultati fortemente inquinati e 3 inquinati. Sul lago di Bolsena, sono stati prelevati 5 campioni di cui 3 sono risultati critici, di cui 2 sono risultati fortemente inquinati e 1 inquinato. Sul lago di Vico un punto è risultato fortemente inquinato. Sul lago di Albano, 3 i punti campionati di cui uno è risultato fortemente inquinato e uno inquinato. Al lago Fibreno sono stati effettuati 2 campionamenti di cui un punto è risultato inquinato. Superano l’esame della Goletta dei Laghi di Legambiente i laghi di Viverone, in Piemonte, e i laghi laziali Bracciano, Salto e Turano.

IL BILANCIO FINALE DELLA GOLETTA DEI LAGHI 2012

Regione

Lago

Punti campionati

Punti critici

Fortemente inquinati

Inquinati

Lombardia

Iseo

7

6

5

1

Lombardia

Como

13

10

8

2

Lombardia-Piemonte

Maggiore

6

5

5

/

Piemonte

Viverone

2

/

/

/

Lombardia

Varese

2

2

/

2

Lombardia

Lugano

3

3

2

1

Lombardia-Veneto-Trentino

Garda

14

8

5

3

Lazio

Bolsena

5

3

2

1

Lazio

Bracciano

1

/

/

/

Lazio

Vico

2

1

1

/

Lazio

Albano

3

1

1

/

Lazio

Salto

2

/

/

/

Lazio

Turano

2

/

/

/

Lazio

Fibreno

2

1

/

1

Totale

 

64

40

29

11

 

O.O.



Articoli consigliati

In evidenza


Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza