Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Global Award for Sustainable architecture a Kaufmann e Doshi

Global Award for Sustainable architecture a Kaufmann e Doshi

La giuria internazionale del Global Award for Sustainable architecture ha decretato vincitori di quest'anno Hermann Kaufmann (Austria) e Balkrishna Doshi (India). Insieme a loro erano in corsa Françoise-...

Di
Pubblicato sul Canale varie il 21 novembre 2007

La giuria internazionale del Global Award for Sustainable architecture ha decretato vincitori di quest'anno Hermann Kaufmann (Austria) e Balkrishna Doshi (India).
Insieme a loro erano in corsa Françoise-Hélène Jourda (Francia), Wang Shu (Cina) e Stefan Behnisch (Germania).

L'architetto Hermann Kaufmann è stato premiato per la sua vocazione alla ricerca e alla sperimentazione nel campo della sostenibilità ambientale, mentre a Balkrishna Doshi è stata riconosciuta la capacità di dedicare la propria vita alla relazione fra ambiente urbano e contesto sociale, soprattutto in India.

L'obiettivo del "Global Award for Sustainable Architecture" è di premiare annualmente un architetto vivente che operi in favore della sostenibilità. Il vincitore verrà incaricato di progettare un edificio per una nuova collezione permanente di architettura sostenibile che il governo della Regione del Seine-aval sta programmando di realizzare vicino alla Villa Savoye a Poissy (France).

Sita vicino alla Senna, a circa 25 chilometri da Parigi, Villa Savoye di Le Corbusier costituisce uno dei principali monumenti e punti di riferimento dell'architettura del 20 ° secolo. Sebbene la villa sia stata costruita nel 1928 in un'estesa area verde, il sito presenta oggi molti più edifici urbani ed industriali, unendo il meglio ed il peggiore dello spazio urbano contemporaneo.

La suddetta area è stata recentemente classificata dal Governo francese quale "area d'interesse nazionale (OIN)", ricadendo, in tal modo, sotto la diretta responsabilità delle autorità di Mantois-Seine-aval (EPAMSA), committente dell'annuale Global Award.

La collezione permanente ospitata nell'edificio del progetto vincitore, è destinata a divenire un museo all'aperto dell'architettura della prima metà del 21° secolo, entro il 2050.



Articoli consigliati

In evidenza


Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza