Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / Lloyd Wright Frank

Ricerca

Nome progettista
   
Almeno una parola
Tutte le parole
Frase esatta
   
Città Nazione Parola chiave
Frank Lloyd Wright
USA

Frank Lloyd Wright


Data di nascita8 giugno 1867
CittàRichland Center, Wisconsin
Data morte 9 aprile 1959
Nazione USA

Nato l'8 giugno del 1867 a Richland Center, nel Wisconsin, Stati Uniti, Frank Lloyd Wright, inizia quale disegnatore tirocinante del genio civile nello studio di Allen D. Conver, preside della Scuola di Ingegneria di Madison nel Wisconsin, nel 1885. Nel 1887 si trasferisce a Chicago; entrato nello studio Adler & Sullivan, da quel momento considererà Louis H. Sullivan (1856 - 1924) il suo unico maestro, con il quale, tuttavia interromperà i rapporti nel 1893, perché scoperto a svolgere al contempo un'attività in proprio. E’ quindi dal 1893 che Frank Lloyd Wright inizia a lavorare da libero professionista.
La sua, dal punto di vista delle vicende personali, è una vita degna della trama di un romanzo. Nella sua lunghissima carriera, durata più di 70 anni, Frank Lloyd Wright realizza circa 400 progetti tra case, uffici, scuole, biblioteche, e molto altro.
Gli anni 1889 – 1909 segnano il cosiddetto periodo delle Prairie Houses (Case della prateria). Delimitano la fase in cui Wright inizia ad elaborare la sua visione dell'architettura e del modo di abitare, ritenendo che ogni individuo dovrebbe avere una sua casa e questa casa dovrà essere parte della natura. La tipologia dell'architettura domestica americana viene trasformata e scomposta secondo precise regole. Le nuove composizioni, organizzate generalmente su due assi, hanno come perno il camino e terminano verso l'esterno con dei portici ottenuti con l'aggetto del tetto. Nascono così le "prairie houses" tra le quali citiamo: la Winslow House (River Forest, Illinois, USA, 1893), la Hickox House (Kankakee, Illinois, USA, 1900), la Willitts House (Highland Park, Illinois, USA, 1902), la Boynton House (Rochester, New York, USA, 1908) e la Robie House (Chicago, USA, 1908 - 1909).
Dal lungo viaggio intrapreso nel 1909 per l'Europa, comprendente anche la sua residenza a Firenze per un anno, torna nel 1911 ed a Taliesin East apre il suo nuovo studio d'architettura. Ripresosi a fatica dall'uccisione della sua seconda moglie, avvenuta per mano di un inserviente della comunità-studio di Taliesin I in preda a una follia omicida, Wright si reca in Giappone, dove costruisce, su incarico della famiglia dell'imperatore, l'Imperial Hotel (1916 - 1922, demolito nel 1968): una gigantesca costruzione concepita con criteri antisismici che resisterà in maniera eccezionale al terremoto del 1923 che distrusse Tokyo.

Reduce del successo dell'esperienza giapponese, persa la terza moglie e dopo averne trovato una quarta, Wright comincia nel 1921 una nuova ricerca indirizzata verso l'architettura autoctona. Le costruzioni dei Maya di Chichén Itza nello Yucatán e le strutture formali dei pellirossa divengono il riferimento per le sue nuove composizioni. Di quel periodo sono la Barnsdall House - Olive Hill, Los Angeles, California, USA, 1917, la Millard House (Pasadena, California, USA, 1921) la Sowden House (Hollywood, California, USA, 1920 - 1924) e la Ennis House (Los Angeles, California, USA, 1920 - 1924). Con la distruzione del suo secondo studio, Taliesin II, nel 1924 a causa di un nuovo incendio, nel 1925 l'architetto apre il suo terzo studio, Taliesin III. A causa della recessione del 1929 e del conseguente rallentamento dell'attività dello studio, quest'ultimo viene trasformato in "bottega".
La partecipazione di Wright, nel 1932 al MOMA di New York all'importante mostra di Architettura Contemporanea, gli dà modo di conoscere Mies, Le Corbusier e altri architetti europei, da cui l’architetto americano trarrà ispirazione per lo sviluppo di nuove ricerche. Nasce Broadacre City (ampio acro), in cui l'architetto propone di urbanizzare l'intero territorio (Città regione) assegnando ad ogni abitante un suo pezzo di terra (un acro = 4047 mq). La città è proiettata orizzontalmente e la comunicazione è vinta da futuristici mezzi di trasporto

Negli anni della seconda metà degli anni trenta Wright realizza le opere più fortunate e che hanno avuto una grande successo di pubblico. Tra il 1936 e il 1939 costruisce la "Casa sulla cascata" (nota anche come Fallingwater a Bear Run, Pensilvania, USA, 1936 -1939) uno degli edifici più importanti dell'architettura moderna che vanta il maggior numero di ammiratori per le specificità della sua struttura, forma, e spazio (comprensibili unicamente in una dimensione tridimensionalmente) ed il Johnson Wax Building.

Nel periodo 1934 – 1959, concepisce le "Usonian Houses" (Usonia cioè gli USA), naturale evoluzione delle "case della prateria" (Prairie Houses). Le nuove case non sono più impostate su uno schema a croce con il camino centrale. Tra queste, Wingspread, costruita tra il 1938/39 a Racine, nel Winsconsin (USA).
Le ultime tipologie sviluppate da Wright presentano una maggiore integrità spaziale; la cucina diventa parte del soggiorno e il tutto si sta adattando al nuovo modo di vivere degli americani. La Rosenbaum House (Florence, Alabama, USA, 1939), l'Alma Goetsch - Katherine Winkler House (Okemos, Michigan, USA, 1939) e Sturges House (Los Angeles, California, USA, 1939) sono tra le più significative case usoniane costruite da Wright.
"The Illinois" (Il grattacielo alto un miglio, Illinois, USA, 1956) rappresenta l'altra possibilità indicata da Wright per l'urbanizzazione, ovvero quella di costruire delle gigantesche strutture che possano contenere centinaia di migliaia di persone.

La sperimentazione wrightiana sulle possibilità funzionali e formali delle matrici incurvate, accentuatasi negli anni quaranta, giunge a maturazione con il Guggenhaim Museum (New York, USA, 1957 - 1959), uno dei più importanti musei al mondo nel campo dell'arte moderna e contemporanea, inaugurato nell'ottobre del 1959, sei mesi dopo la scomparsa di Wright. La vita di Wright si conclude, infatti, il 9 aprile del 1959 a Phoenix in Arizona, all'età di 90 anni.

Opere

1887 - Progetto per una Cappella Unitaria, Sioux City, Iowa
1889/95 - Casa F. Ll. Wright, Oak Park, Illinois
1892 - Casa R. P. Parker, Oak Park, Illinois
1893 - Casa W. M. Gale, Oak Park, Illinois
1893 - Casa N. G. Moore, Oak Park, Illinois
1895 - Casa Winslow, River Forest, Illinois, USA,
1895 - Pompa a vento "Romeo e Giulietta", Spring Green, Wisconsin
1895 - Edificio per appartamenti Francisco Terrace, Chicago
1897 - Casa G. Furbeck, Oak Park, Illinois
1900 - Casa W. Hickox, Kankakee, Illinois
1900 - Progetti per case in una città della prateria
1901 - Casa F. Thomas (già Rogers), Oak Park, Illinois
1902 - Progetto per il circolo nautico Yahara, Madison, Wisconsin
1902 - Scuola privata, Spring Green, Wisconsin
1902 - Casa A. Heurtley, Oak Park, Illinois
1902 - Casa S. L. Dana, Springfield, Illinois
1902 - Casa W. W. Willitts, Highland Park, Illinois
1902 - Casa W. G. Fricke (poi E. Martin), Oak Park, Illinois
1904 - Casa D. D. Martin, Buffalo, N.Y.
1904 - Edificio per gli uffici amministrativi della Larkin Co., Buffalo, N.Y. (demolito)
1905 - Casa W. A. Glasner, Glencoe, Illinois
1906 - Tempio Unitario, Oak Park, Illinois
1907 - Casa F. F. Thomek, Riverside, Illinois
1907 - Casa P. A. Beachy, Oak Park, Illinois
1907/09 - Casa A. Coonley, Riverside, Illinois
1908 - Casa Boynton, Rochester, New York, USA, )
1908 - Casa I. Roberts, River Forest, Illinois
1908 - Casa F. C. Robie, Chicago
1911 - Taliesin I, Spring Green, Wisconsin
1914 - Midway Gradens, Chicago (demoliti)
1916/22 - Imperial Hotel, Tokyo (demolito)
1917/21 - Casa A. Barnsdall, Los Angeles
1921 - Casa G. M. Millard ("La Miniatura"), Pasadena, California
1923 - Casa J. Storer, Los Angeles
1924 - Casa C. Ennis (Ennis House), Los Angeles
1924 - Progetto per gli uffici della National Life Insurance Co., Chicago
1924 - Casa S. Freeman, Los Angeles
1925 - Taliesin III, Spring Green, Wisconsin
1927 -Accampamento nel deserto ("Ocatillo"), Chandler, Arizona (demolito)
1929 - Progetto per la St. Mark's Tower, New York
1931/35 - Progetto per Broadacre City
1934 - Casa H. E. Willey, Minneapolis, Minnesota
1936 - Casa P. R. Hanna, Stanford, California
1936 - Casa E. Kaufmann ("Fallingwater"), Bear Run, Pennsylvania
1936/39 - Edifici della S. C. Johnson & Son Administration, Racine, Wisconsin
1938 - Taliesin West, Scottsdale, Arizona
1938/59 - Florida Southern College, Lakeland, Florida
1938/39 - Wingspread (Casa H. F. Johnson), Wind Point, Wisconsin
1939 - Casa Kaufmann, (anche Fallingwater o La casa sulla cascata), Ohiopyle, (Bear Run), Penns. USA
1939 - Johnson Wax Building, Racine, Wisconsin, USA
1939 - Casa R. Pauson, Phoenix, Arizona (demolita)
1939 - Casa G. D. Sturges, Brentwood Heights, California
1939 - Casa K. Winkler e A. Goetsch, Okemos, Michigan
1939 - Casa S. Rosenbaum, Florence, Alabama
1939 - Case Suntop, Ardmore, Pennsylvania
1940 - Casa Ll. Lewis, Libertyville, Illinois
1941 - Casa C. D. Wall, Plymouth, Michigan
1944/50 - Torre per elio-laboratorio della S. C. Johnson & Son Administration, Racine, Wisconsin
1946 - Progetto casa V. C. Morris, San Francisco
1946 - Casa A. Miller, Charles City, Iowa
1946 - Progetto per il Rogers Lacy Hotel, Dallas, Texas
1947 - Progetto per il circolo di vacanze Huntington Hartford, Hollywood, California
1948 - Negozio V. C. Morris, San Francisco
1949 - Chiesa Unitaria, Madison, Wisconsin
1950 - Casa S. Friedman, Pleasantville, N.Y.
1950 - Casa D. Wright, Phoenix, Arizona
1951 - Unitarian Meeting House, Madison, Winsconsin, USA
1953 - Casa J. Boomer, Phoenix, Arizona
1953 - Progetto per il Masieri Memorial, Venezia
1955 - Centro civico di Monona, Madison, Wisconsin
1955 - Casa H. C. Price Sr., Scottsdale, Arizona
1956 - The Illinois, Chicago
1956 - Price Tower , Bartlesville, Oklahoma
1957 - Progetto "Oasis" per il Campidoglio dello Stato dell'Arizona, Phoenix, Arizona
1958 - Chiesa della Pilgrim Congregational, Redding, California
1959 - Progetto per la Trinity Chapel, Norman, Oklahoma
1959 - Grady Grammage Memorial Auditorium, Arizona State University, Temple, Arizona
1959 - Solomon R. Guggenheim Museum, New York
1959 - Sinagoga Beth Sholom, Elkins Park, Pennsylvania

Pubblicazioni

"Frank Lloyd Wright", a cura di Bruno Zevi, Zanichelli, Bologna 1979
David A. Hanks, " The Decorative Designs of Frank Lloyd Wright", E.P. Dutton, New York 1979
Donald Hoffmann, "Frank Lloyd Wright's Robie House: The Illustrated Story of an Architectural Masterpiece", Dover Publications, Inc., N.Y. !984
Bruce B. Pfeiffer,"Treasures of Taliesin, Seventy-six Unbuilt Designs", Thames and Hudson Ltd, Londra 1985
D. Hoffmann, "Frank Lloyd Wright - Architecture and nature", New york 1986
Bruce B. Pfeiffer,"Master Drawings from the Frank Lloyd Wright Archives", Thames and Hudson Ltd, Londra 1990
AA.VV., "Fiesole. Alle Origini Della Città", Comune di Fiesole, marzo 1990
AA.VV., "La Memoria del Territorio", Comune di Fiesole, 1990
Bruce B. Pfeiffer, "Frank Lloyd Wright", Benedikt Taschen Verlag, Colonia 1991
D. Larkin, B. Brooks, "Frank Lloyd Wright: I capolavori", Milano 1993.
T. Riley, P. Reed, "Frank Lloyd Wright Architetto: 1867-1959", Milano 1994.

Premi

1939 - Medaglia d'oro dal Royal Institute of British Architects
1949 - dall'American Institute of Architects
1951 - Medaglia d'oro della città di Firenze
1951 - Laurea honoris causa dall'Istituto Universitario di Venezia
1953 - Medaglia d'oro dal National Institute of Arts and Letter


Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza