Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / / Firenze: da ciminiera e centrale Fiat a polo culturale, lavori entro il 2012

Firenze: da ciminiera e centrale Fiat a polo culturale, lavori entro il 2012

Ristrutturazione e gestione dell'immobile affidati al comune

Di
Pubblicato sul Canale urbanistica il 22 settembre 2011

A volte è imprevedibile il destino di un luogo, lo riconferma ciò che è stato stabilito dalla seconda edizione delle “100 assemblee in 100 luoghi della città”, un progetto che sarà presentato ufficialmente il 28 settembre. L’ex centrale Fiat di Novoli, costruita nel 1939 e dismessa a metà degli anni 80, sarà trasformata in un polo culturale.

I lavori avranno inizio entro il 2012 e termineranno nel 2013, dal 2000 l’area fa parte di un piano di recupero che prevedeva la totale demolizione degli edifici preesistenti con conseguente costruzione di nuovi fabbricati, tra cui il Palazzo di giustizia e il Polo delle scienze sociali. La centrale termica, invece, doveva diventare un luogo di 'simbolico passaggio' dal passato al futuro della città, unica memoria rimasta dell'insediamento produttivo preesistente. La centrale è alta 30 metri, di cui 20 m sono occupati dalla ciminiera, la superficie complessiva è di circa 1200 mq distribuiti su 4 piani.

Un concorso di idee bandito nel 2004 aveva destinato il luogo ad un Urban Center, aperto ai cittadini in cui esporre i progetti più importanti della città. L’Immobiliare Novoli avrebbe realizzato i lavori e assegnato l’immobile al Comune fiorentino, designato gestore e proprietario della location. Il progetto, però, non è andato a buon fine e la procedura è stata modificata: l'Immobiliare darà subito al Comune la centrale e la cifra che avrebbe impiegato per farci i lavori, ovvero circa 2,5 milioni.

Nelle prossime settimane sarà bandito un concorso pubblico per l’assegnazione dei lavori e la gestione. Il Comune integrerà anche l’investimento per la ristrutturazione qualora ce ne fosse bisogno.

C.C.



Articoli consigliati

In evidenza


Software più scaricati


Wolters Kluwer Italia © 2008-2014 – Partita IVA 10209790152
News In Evidenza