Storie di ingegneria - Pier Luigi Nervi e l'arte di costruire | Edilone.it

Storie di ingegneria – Pier Luigi Nervi e l’arte di costruire

Storie di ingegneria – Pier Luigi Nervi e l’arte di costruire

Storie di ingegneria – Pier Luigi Nervi e l’arte di costruire.

 

Nato a Sondrio nel 1891 e scomparso a Roma nel 1979, Pier Luigi Nervi è stato uno dei protagonisti dell’ingegneria civile del Novecento italiano. Laureatosi in ingegneria a Bologna, si formò professionalmente nell’ufficio tecnico della Società per Costruzioni Cementizie, che ha sede sempre a Bologna. Direttore della società era Attilio Muggia, professore presso l’università bolognese, che fu uno dei primi ad interessarsi di cemento armato sia dal punto di vista teorico che pratico.

Dopo la chiamata alle armi nel genio militare, Nervi svolgerà attività a Firenze, sperimentando sul cemento armato con molte opere giovanili, prima di fondare a Roma, nel 1923, la Soc. Ingg. Nervi e Nebbiosi?, insieme a Rodolfo Nebbiosi (titolare di una ditta di costruzioni). La società rimarrà attiva fino al 1932: durante questo periodo, come imprenditore e progettista, Nervi inizierà a essere affascinato dal tema delle coperture, realizzando ? tra le altre opere – la copertura in cemento armato del Teatro Vittorio Emanuele dei Fratelli Lavorini di Montecatini, la copertura del teatro Bruno Banchini di Prato, e la copertura a travi radiali del cinema teatro Augusteo della società Funicolare centrale di Napoli, realizzato nel 1928-29 e prima opera significativa riportata dalla tradizionale storiografia su Nervi.

Tra il 1936 ed il 1942 furono progettati e costruiti per la Marina Italiana numerosi grandi serbatoi interrati per la Nafta, della capacità fino a 30.000 mc. con una originale tecnica che garantiva l?impermeabilizzazione. Tra il 1935 e il 1943 Nervi si dedica alla costruzione delle gigantesche aviorimesse, per conto dell’Aeronautica Militare, dove nelle arditissime coperture a campata unica sperimenta la prefabbricazione in cemento armato, “il più bel materiale che l’umanità abbia mai inventato”, adottando geniali soluzioni nella progettazione delle volte di copertura.

A metá degli anni ’40 sviluppa il ferro-cemento, con il quale si possono creare ogni tipo di sagome, resistente ed elastico, composto da strati di maglia d’acciaio, riempiti di malta di cemento.

Nel 1954 nasce lo studio Nervi srl Architettura e tecnica edilizia. Nel 1960 vi entrano anche gli altri due figli, Mario (1926) e Vittorio (1930). Qui inizia il terzo lungo periodo della vita di Pier Luigi Nervi, quello di progettista titolare di un grande studio di progettazione internazionale, studio di cui faranno parte gli ingegneri Mario Desideri e Mario Arlotti, gli architetti Giuseppe Positano, Marcello Piacente, Antonio Ruffo, etc. e che attiverà numerose collaborazioni. Nel 1945 inoltre Nervi fonda l’Associazione per l’Architettura Organica.

Tra le grandi opere di Nervi, possiamo ricordare lo Stadio Comunale “Artemio Franchi”, le aviorimesse per l’Aeronautica militare, il Palazzetto dello sport di Roma, il Palazzo del Lavoro a Torino, la cartiera Burgo a Mantova, l’Aula Nervi al Vaticano.

Autore Fausto Giovannardi

Categoria
Autore Fausto Giovannardi
Sito Web http://www.giovannardierontini.it

Scarica il file



Potrebbero interessarti
Storie di ingegneria – Pier Luigi Nervi e l’arte di costruire

Edilone.it